» Ricetta elettronica veterinaria, Fofi e Fnovi richiamano farmacisti e medici veterinari
 

Ricetta elettronica veterinaria, Fofi e Fnovi richiamano farmacisti e medici veterinari

«Si invitano i presidenti degli Ordini provinciali a sensibilizzare gli iscritti all’Albo sulla necessità di attenersi scrupolosamente, all’atto della prescrizione, della dispensazione e della somministrazione, inclusa la corretta conservazione in allevamenti o impianti, nonché alle regole previste dalla nuova normativa in materia di prescrizione e tracciabilità dei medicinali veterinari». È quanto riportato dalla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi) e Federazione nazionale ordini veterinari italiani (Fnovi), in una nota diretta ai presidenti degli Ordini provinciali dei farmacisti e dei medici veterinari e dunque ai professionisti iscritti ai rispettivi albi. Nello specifico, le Federazioni «richiamano l’attenzione sull’importanza del rispetto da parte dei farmacisti e dei medici veterinari delle disposizioni in materia di prescrizione, dispensazione e tracciabilità dei medicinali veterinari, con particolare riguardo all’obbligatorietà della Rev».

Il documento (allegato in seguito), contenente diversi riferimenti alla normativa di riferimento, viene diramato a poco più di tre mesi dall’avvio della nuova modalità di prescrizione ed esitazione dei medicinali veterinari per animali di compagnia ma anche di quelli destinati al consumo alimentare o alla filiera produttiva. «La corretta gestione dei medicinali veterinari – evidenzia Andrea Mandelli, presidente della Fofi – è un elemento fondamentale per la tutela della salute animale ma anche umana, come correttamente sancito dalla politica del One Health approach sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità». Alla luce di ciò, evidenzia il dirigente, «è sufficiente considerare il tema dell’antibiotico-resistenza per cogliere l’importanza strategica di questa parte dell’attività del farmacista così come di tutti i professionisti della salute coinvolti». Sempre in tema di ricetta elettronica veterinaria, per favorire le dinamiche relative alla corretta applicazione della normativa, Federfarma aveva racchiuso in un documento le risposte alle domande più frequenti (Faq) sul tema della ricetta elettronica veterinaria.

 
 

fonte:

Farmaciavirtuale.it

 
 

In evidenza

 
12 marzo 2020

«Farmacie a battenti chiusi e mascherine», Federfarma sollecita il governo

In una nuova missiva firmata da Marco Cossolo, Federfarma sollecita il governo ad intervenire a protezione dell’operato dei farmacisti.

«Farmacie a battenti chiusi e mascherine», Federfarma sollecita il governo
 
12 marzo 2020

Coronavirus. Conte annuncia chiusura di quasi tutti negozi, restano aperti alimentari, farmacie e parafarmacie. Industrie e fabbriche aperte ma in sicurezza. Garantiti servizi di pubblica utilitą e trasporti. Nessuno stop per filiera alimentare. Domenico

Il presidente del Consiglio annuncia in diretta video le nuove misure che saranno adotatte in tutta Italia fino al prossimo 25 marzo. "Ci vorranno almeno due settimane per avere un primo riscontro degli effetti sulla crescita del contagio e quindi anche se i contagi dovessero continuare aumentare questo non significa che dovremo affrettarci a varare nuove misure". Aperti anche tabaccai ed edicole. Confermati divieti di spostamento tranne che per lavoro, fare la spesa e per necessità. Arcuri, amministratore di Invitalia, si coordinerà con la Protezione civile per accelerare potenziamento dei servizi sanitari.

Coronavirus. Conte annuncia chiusura di quasi tutti negozi, restano aperti alimentari, farmacie e parafarmacie. Industrie e fabbriche aperte ma in sicurezza. Garantiti servizi di pubblica utilitą e trasporti. Nessuno stop per filiera alimentare. Domenico
 
12 marzo 2020
12 marzo 2020

Coronavirus. Al Pascale prosegue con successo la terapia con tocilizumab. Medici chiedono un protocollo nazionale per regolamentarne uso

Da Napoli, una task force di esperti guidata da Paolo Ascierto chiede di estendere l’impiego del farmaco per uso off label nella polmonite da Covid-19. L’Istituto nazionale tumore Pascale in prima linea per il coordinamento dello studio clinico. Stabilito ponte della ricerca fra Italia e Cina

Coronavirus. Al Pascale prosegue con successo la terapia con tocilizumab. Medici chiedono un protocollo nazionale per regolamentarne uso