» «Farmacie a battenti chiusi e mascherine», Federfarma sollecita il governo
 

«Farmacie a battenti chiusi e mascherine», Federfarma sollecita il governo

Dopo l’appello della Fofi e del Mnlf, Federfarma sollecita nuovamente il governo affinché metta in atto misure finalizzate a proteggere i farmacisti dal rischio di esposizione di coronavirus. In una nota diffusa martedì 10 marzo, indirizzata al ministro della Salute Roberto Speranza, la sigla di categoria incalza il governo nel dotare i farmacisti di «dispositivi di protezione individuale – si legge nella nota -, tali da garantirne l’incolumità nel continuo e diuturno contatto con un’utenza potenzialmente affetta dal virus, prevedendo, quindi, l’attivazione, per il tramite delle strutture di protezione civile, di canali di distribuzione dedicati all’approvvigionamento di mascherine Ffp2 e Ffp3 a favore dei colleghi, in analogia a quanto praticato nei confronti del personale medico e infermieristico».

Inoltre, l’appello di Cossolo al ministro Speranza riguarda la possibilità di operare a battenti chiusi: «La prego poi di considerare l’ipotesi di consentire ai colleghi, in via opzionale, di svolgere il proprio servizio a battenti chiusi, così riducendo due fattori di pericolo: quello a cui i colleghi sono esposti nel contatto con l’utenza e quello per i cittadini che difficilmente riescono a mantenere una distanza interpersonale di almeno un metro allorquando si stazioni all’interno o all’esterno della farmacia». Appelli che, nonostante il rischio di contagio da parte di professionisti sanitari cruciali per il supporto alla popolazione, sembrerebbero tuttora rimasti inascoltati.

 
 

fonte:

Federfarma

 
 

In evidenza

 
09 luglio 2020

Sofad (Farvima), l’assemblea dei soci approva bilancio 2019

Lo scorso 28 giugno si è svolta l’assemblea dei soci di Sofad, del gruppo Farvima, per l’approvazione del bilancio 2019.

Sofad (Farvima), l’assemblea dei soci approva bilancio 2019
 
12 marzo 2020

Coronavirus: Credifarma sostiene le farmacie in prima linea con finanziamento in caso di sospensione dell’attività

Un finanziamento a procedura semplificata e con concessione in 24 ore, in caso di chiusura obbligata e temporanea dell’attività: per venire incontro ai bisogni dei titolari di farmacia, in prima linea nella lotta al Coronavirus, Credifarma, realtà specializzata nel credito alle farmacie controllata da Banca IFIS e Federfarma, è pronta a intervenire con una nuova forma di sostegno finanziario dedicato e sostenibile.

Coronavirus: Credifarma sostiene le farmacie in prima linea con finanziamento in caso di sospensione dell’attività