» Farmaci italiani senza bollino esportati in Uk, si sospetta possibile truffa ai danni del Ssn
 

Farmaci italiani senza bollino esportati in Uk, si sospetta possibile truffa ai danni del Ssn

. La vicenda risale al 27 giugno scorso, data del primo alert diffuso dalla Mhra (l’Aifa inglese), ma la notizia è nota in Italia soltanto da qualche giorno, quando l’Agenzia del farmaco ha ridiffuso l’allarme e Federfarma l’ha inoltrato alle farmacie associate.

Le scatole intercettate dalle autorità inglesi, riferisce la Mhra, sarebbero state importate dall’azienda inglese B&S Healthcare, che le ha immesse sul mercato britannico mantenendo la confezione originale italiana e sovraetichettandola. Di qui la scoperta dell’assenza del bollino adesivo (quello con codice a barre del Poligrafico dello Stato), che ha convinto l’agenzia inglese a emanare un provvedimento di ritiro dal commercio. La maggior parte delle scatole senza targa sono state ritirate dagli scaffali delle farmacie, tre invece sono state recuperate al domicilio dei pazienti che le avevano acquistate. La Mhra, così, ha fatto scattare anche un allarme generale, per avvertire la popolazione di controllare le confezioni in proprio possesso.

Secondo quanto riporta la stessa Agenzia, le scatole non sembrano presentare segni di manomissione e probabilmente i farmaci non hanno problemi di efficacia, ma l’assenza di bollino dimostra che i prodotti «sono stati fatti uscire dalla filiera regolamentata e quindi re-immessi, in condizioni di trasposto e stoccaggio che non sono state controllate». Il sospetto che circola all’Aifa è che i medicinali possano provenire da un furto in qualche ospedale (nei reparti è prassi rimuovere i bollini per registrare l’uso delle confezioni) oppure da una truffa ai danni del Ssn: i bollini sono stati apposti su ricette falsificate per ottenere il rimborso, le scatole sono state avviate sulle rotte del parallel trade per ottenere un profitto aggiuntivo. E in questa seconda ipotesi, si fa strada l’eventualità che l’operazione sia stata condotta con la complicità di qualche farmacia.

 
 

fonte:

F Press

 

In evidenza

 
30 settembre 2019

Ordini elettronici, confermata la proroga per l’entrata in vigore del sistema Nso

Federfarma è in grado di confermare, come peraltro riportato dallo stesso sito del MEF, che l’entrata in vigore del sistema relativo all'emissione e trasmissione elettronica dell'ordine di acquisto di beni e servizi attraverso il Nodo di smistamento degli Ordini (Nso)

Ordini elettronici, confermata la proroga per l’entrata in vigore del sistema Nso
 
30 settembre 2019

FarmacistaPiù, Creazzola (Sifo): importante momento di aggregazione per la sinergia professionale

Per la presidente SIFO, Simona Serao Creazzola, FarmacistaPiù “rappresenta un evento che sempre più si manifesta come momento di aggregazione

FarmacistaPiù, Creazzola (Sifo): importante momento di aggregazione per la sinergia professionale
 
30 settembre 2019

Farmacista in Pronto soccorso velocizza somministrazione antidoto contro anticoagulanti

Farmacista in pronto soccorso, studio evidenzia riduzione nei tempi di somministrazione del trattamento contro gli effetti collaterali degli anticoagulanti

Farmacista in Pronto soccorso velocizza somministrazione antidoto contro anticoagulanti