» DiaDay, Leonetti: “Farmacie alleate dei medici per prima diagnosi di malattia”
 

DiaDay, Leonetti: “Farmacie alleate dei medici per prima diagnosi di malattia”

 
“In Italia ogni giorno entrano in farmacia oltre 4 milioni di persone ecco perché il farmacista può essere, ed è, un alleato fondamentale di noi medici per fare prevenzione”. Ne è convinta la professoressa Frida Leonetti, docente di endocrinologia alla Sapienza di Roma, oltre che consigliera nazionale della Società italiana di diabetologia e primario dell’unità complessa di diabetologia, che ha presentato i dati del DiaDay relativi alla campagna 2018.
“Bisogna comunque dire – aggiunge - che, in genere, va in farmacia chi comunque ha una maggiore sensibilizzazione alle malattie, e qui sicuramente può trovare professionisti sensibilizzati al tema e che possono indirizzare ad una prima importante diagnosi”.

Per Leonetti il DiaDay, è un’iniziativa encomiabile alla quale hanno aderito più di cinquemila farmacie su tutto il territorio nazionale e i dati di quest’anno hanno sostanzialmente confermato quelli dello scorso anno.
“Cinquemila persone sono venute a sapere di essere diabetiche e questo è un dato che non ci stupisce perché su 4 milioni di persone in Italia che sanno di avere il diabete, c’è almeno un altro milione di persone che non sa di avere la malattia. Durante lo screening è stato anche rilevato un quadro di predisposizione con una glicemia fra 100 e 126 che secondo le nostre linee apre al prediabete, e che durante questo screening era presente nel 45% delle persone, una percentuale molto alta. Uno screening precoce – avverte - diventa quindi fondamentale sia per le complicanze che ha il diabete sia per i costi sociali sul Ssn”.
 
 

fonte:

Federfarma

 
 

In evidenza

 
16 settembre 2019

“Omeopatia in pratica”, al via il tour in quattro città italiane

Dopo il successo delle edizioni residenziali, “Omeopatia in pratica” si trasforma in tour sbarcando a Padova, Torino, Milano e Napoli

“Omeopatia in pratica”, al via il tour in quattro città italiane
 
16 settembre 2019
16 settembre 2019

L'invulnerabile batterio di Atacama che ci aiuterà a combattere infezioni e cancro

Un team di ricercatori ha isolato da un microrganismo in grado di sopravvivere in situazioni climatiche estreme nel deserto del Cile molecole che potrebbero aiutarci a contrastare la diffusione di infezioni resistenti e tumori

L'invulnerabile batterio di Atacama che ci aiuterà a combattere infezioni e cancro