» Assofarm, Gizzi confermato alla guida: una di scelta di continuità
 

Assofarm, Gizzi confermato alla guida: una di scelta di continuità

L'Assemblea federale di Assofarm ha confermato all'unanimità Venanzio Gizzi alla guida della Federazione Nazionale delle Farmacie Comunali e i membri ancora in carica della Giunta che sono: Luca Pieri (vicepresidente), Roberto Rava (Vice-Presidente), Egidio Campari, Mario Corrado, Domenico Della Gatta, Andrea Inserra, Alessandro Menapace, Alessio Poli, Virgilio Puletti, Angelo Stefanori e Sergio Zingoni. «Una scelta di continuità nell'interesse delle farmacie comunali italiane. In un momento caratterizzato dalla presenza di dossier vitali per il nostro futuro, dal rinnovo della convenzione alla nuova remunerazione, le farmacie comunali scommettono sul proprio gruppo dirigente» commenta a caldo Gizzi.

Dopo una netta critica all'instabilità politica, tanto del paese quanto delle istituzioni di settore, vista come il principale fattore di rallentamento delle riforme, si legge nella nota stampa di Assofarm, la relazione di bilancio di Gizzi si è concentrata sui principali fronti di sviluppo interno della Federazione. Tra essi figurano un convinto impegno a diffondere le società benefit come modello giuridico ideale per le farmacie comunali, la firma di un contratto di lavoro dei farmacisti comunali maggiormente allineato ai nuovi scenari che si affacciano all'orizzonte delle farmacie italiane, la volontà di realizzare il recente protocollo d'intesa con Anci rafforzando l'integrazione fra il servizio farmaceutico comunale e le amministrazioni locali.

«Uno dei temi più vivaci - dichiara Gizzi a margine dei lavori assembleari - è la posizione di Assofarm riguardo la legge sulla concorrenza. Le nostre posizioni sono chiare, e nate da un lungo dibattito interno alla federazione. Federazione che, è bene ricordarlo, accoglie anche multinazionali del farmaco. È grazie a questo dibattito e a questa pluralità che abbiamo potuto sviluppare opinioni precise ma mai ideologiche. Siamo contro una farmacia-negozio-del farmaco perché non è in linea con la storia sanitaria del paese, ma non saremo mai contro le catene di farmacie. Non lo siamo perché per noi il punto non sta nella proprietà, ma nel cosa fa la farmacia, nel come lo fa e nel chi lo fa al suo interno. Insomma, condividiamo pienamente la linea espressa in diverse occasioni dai vertici di alcune multinazionali nostre associate: mettere sempre al centro dei nostri sforzi il farmacista e il suo ruolo. Se questo è l'obiettivo condiviso da tutti i player della distribuzione del farmaco, la concorrenza non potrà che fare benissimo alla farmacia italiana».
 
 

fonte:

Farmacista 33

 
 

In evidenza

 
12 marzo 2020

Coronavirus. Conte annuncia chiusura di quasi tutti negozi, restano aperti alimentari, farmacie e parafarmacie. Industrie e fabbriche aperte ma in sicurezza. Garantiti servizi di pubblica utilità e trasporti. Nessuno stop per filiera alimentare. Domenico

Il presidente del Consiglio annuncia in diretta video le nuove misure che saranno adotatte in tutta Italia fino al prossimo 25 marzo. "Ci vorranno almeno due settimane per avere un primo riscontro degli effetti sulla crescita del contagio e quindi anche se i contagi dovessero continuare aumentare questo non significa che dovremo affrettarci a varare nuove misure". Aperti anche tabaccai ed edicole. Confermati divieti di spostamento tranne che per lavoro, fare la spesa e per necessità. Arcuri, amministratore di Invitalia, si coordinerà con la Protezione civile per accelerare potenziamento dei servizi sanitari.

Coronavirus. Conte annuncia chiusura di quasi tutti negozi, restano aperti alimentari, farmacie e parafarmacie. Industrie e fabbriche aperte ma in sicurezza. Garantiti servizi di pubblica utilità e trasporti. Nessuno stop per filiera alimentare. Domenico
 
12 marzo 2020
12 marzo 2020

Coronavirus. Al Pascale prosegue con successo la terapia con tocilizumab. Medici chiedono un protocollo nazionale per regolamentarne uso

Da Napoli, una task force di esperti guidata da Paolo Ascierto chiede di estendere l’impiego del farmaco per uso off label nella polmonite da Covid-19. L’Istituto nazionale tumore Pascale in prima linea per il coordinamento dello studio clinico. Stabilito ponte della ricerca fra Italia e Cina

Coronavirus. Al Pascale prosegue con successo la terapia con tocilizumab. Medici chiedono un protocollo nazionale per regolamentarne uso
 
12 marzo 2020

Emergenza coronavirus e consegna farmaci a domicilio, iniziativa Croce Rossa Italiana in collaborazione con Federfarma

Croce Rossa Italiana in collaborazione con Federfarma ha attivato un servizio di consegna a domicilio dei farmaci, per far fronte all’aumento di richieste da parte dei cittadini che non possono muoversi da casa, tramite il numero verde 800 065510. (Qui il protocollo d'intesa).

Emergenza coronavirus e consegna farmaci a domicilio, iniziativa Croce Rossa Italiana in collaborazione con Federfarma