» Il ministero della Salute: farmaci da alcol-dipendenze, un milione la spesa in farmacia
 

Il ministero della Salute: farmaci da alcol-dipendenze, un milione la spesa in farmacia

Sfiorano i due milioni di ddd (dose definita die, cioè «l’unità giornaliera di farmaco necessaria al mantenimento della terapia nella sua indicazione principale», secondo la definizione dell’Oms) i farmaci per il trattamento della dipendenza alcoli dispensati nel 2017 dalle farmacie del territorio: per l’83% si tratta di medicinali a base di disulfiram, i cui consumi crescono di oltre il 18% sull’anno precedente, seguono acamprosato (10%) e naltrexone (6,5%), che mostra un incremento su base annua dell’1,9% anche se la sua destinazione principale rimane il trattamento delle dipendenze da oppiacei.

I dati arrivano dalla Relazione al Parlamento sugli interventi realizzati nel 2018 in materia di alcol e problemi correlati che il ministero della Salute ha trasmesso alle Camere un paio di settimane fa: sono 68mila le persone che nel 2017 hanno fatto ricorso ai servizi alcologici, il 75% ha un’età compresa tra i 30 e i 59 anni, la bevanda alcolica più consumata è il vino (48%) e i decessi per cause attribuibili all’alcol sono stati più di 1.200 (dati 2015).

A livello regionale, i consumi di farmaci per il trattamento delle dipendenze da alcol mostrano un’evidente variabilità. La Regione con i valori più elevati è la Lombardia, con più di 455mila dosi dispensate dalle farmacie del territorio nel 2017 (23% del consumo nazionale, costituito principalmente da disulfiram); seguono il Lazio con 248 mila dosi (13%), il Veneto con circa 164 mila dosi e la Toscana con 150 mila dosi (circa l’8% per entrambe). In totale, dice la Relazione ministeriale, queste quattro regioni rappresentano più della metà del consumo nazionale.

Graduatoria totalmente rimescolata se invece si misurano i consumi in base alla popolazione residente, espressi come ddd per 1 milione di abitanti: in questo caso il primo posto va alla Provincia autonoma di Trento con circa 402 dosi, seguita dalla Sardegna con quasi 203 dosi, dall’Umbria con circa 155 dosi e dal Friuli Venezia Giulia con quasi 147 dosi. Il disulfiram risulta essere il farmaco a più alto consumo in quasi tutte le regioni, con l’eccezione di Lazio e Marche (dove il più prescritto in regime di convenzione è l’acamprosato). Nelle Marche si registra anche il più alto consumo di metadoxina (circa 1,8 ddd per 1 milione di abitanti) che con il nalmefene è il principio attivo meno utilizzato (rispettivamente in 5 e 3 regioni).

Dai consumi deriva una spesa farmaceutica a carico del Ssn che nel 2017 ha superato di poco il milione di euro a livello nazionale. L’acamprosato assorbe il 48% circa di tale cifra (più di 484mila euro), seguito dal disulfiram (27%) e dal naltrexone (25%). A livello regionale, è il Lazio a generare la quota maggiore di spesa (371 mila euro, il 37% del totale Italia), dovuto principalmente ad acamprosato e naltrexone; segue la Lombardia con circa 251mila euro (25% della spesa nazionale), anche in questo caso attribuibile per la maggior parte all’acamprosato; Lazio e Lombardia coprono insieme più della metà della spesa nazionale in regime di assistenza convenzionata. La spesa farmaceutica per alcol-dipendenze sostenuta dalle strutture del Ssn ha toccato invese i 4,8 milioni di euro (sempre nel 2017).

 
 

fonte:

F Press

 

In evidenza

 
24 maggio 2019

Carta Reddito di cittadinanza, Federfarma conferma: «È utilizzabile in farmacia»

Federfarma fornisce alcune delucidazioni in seguito a richieste di chiarimento relative alla carta Reddito di cittadinanza.

Carta Reddito di cittadinanza, Federfarma conferma: «È utilizzabile in farmacia»
 
24 maggio 2019

Disponibile il primo vaccino antinfluenzale quadrivalente prodotto su cellule

Annunciata la disponibilità in Italia, per la stagione 2019-2020, del vaccino quadrivalente prodotto su cellule, al posto del tradizionale sistema di crescita su uova, che promette di rivoluzionare la vaccinazione antinfluenzale. Lo ha messo a punto Seqirus

Disponibile il primo vaccino antinfluenzale quadrivalente prodotto su cellule
 
24 maggio 2019

Vendite on line, Da Federfarma vademecum aggiornato. Tobia: “Fondamentale conoscere e rispettare le regole”

Federfarma ricorda a tutte le farmacie come sia necessario conoscere accuratamente tutte le disposizioni in materia di vendita online al fine di evitare sanzioni  da parte dei NAS. 

Vendite on line, Da Federfarma vademecum aggiornato. Tobia: “Fondamentale conoscere e rispettare le regole”
 
24 maggio 2019

Cure palliative, Saitta: “Rete di farmacie fondamentale per garantire assistenza sul territorio”

Cure palliative non solo in ospedale, ma anche sul territorio. E per farlo quale strumento migliore delle 18mila farmacie presenti in tutta Italia?

Cure palliative, Saitta: “Rete di farmacie fondamentale per garantire assistenza sul territorio”