» Coronavirus, l’infettivologo Galli: “Si investa in ricerca. Cure e vaccini ancora lontani”
 

Coronavirus, l’infettivologo Galli: “Si investa in ricerca. Cure e vaccini ancora lontani”

“Una cura contro il coronavirus è ancora lontana sebbene in Cina stiano sperimentando in vitro determinate sostanze antivirali già in uso”. A parlare a Filodiretto è l'esperto di malattie infettive Massimo Galli, dell'Universita' di Milano e primario dell'ospedale Sacco, che commenta l'annuncio fatto in Cina secondo cui alcuni antivirali potrebbero inibire il coronavirus 2019-nCoV, basato su test in vitro.

Per Galli, comunque, la strada da percorrere è ancora molto lunga anche in Italia. “Isolare il virus è un passo importantissimo – avverte l’esperto -ora  servono investimenti per proseguire il lavoro. Io sono certo che i laboratori delle case farmaceutiche avranno già acquisito, pagandolo, il ceppo virale e ci staranno lavorando sopra. E probabilmente staranno aspettando di vedere come evolvono malattia e contagi”.

Nel frattempo l'Agenzia europea dei medicinali (Ema) fa sapere di essere pronta a supportare i produttori di farmaci con tutti gli strumenti normativi disponibili per far avanzare e accelerare lo sviluppo di misure efficaci per combattere e prevenire la diffusione di questo virus. L'Agenzia sta analizzando tutte le informazioni  disponibili sulle pipeline di farmaci in sviluppo presso le varie  aziende.

L’ultimo bollettino dello Spallanzani parla di sei ricoverati, compresi i due pazienti cinesi. Sono in corso i test per la ricerca del nuovo coronavirus nei 4 casi sospetti ricoverati. Per quanto riguarda i due cinesi, i «parametri emodinamici sono stabili - si legge nel bollettino medico - prosegue il supporto respiratorio e il monitoraggio continuo dei parametri clinici e di laboratorio. La prognosi rimane riservata».
 
 

fonte:

Federfarma

 
 

In evidenza

 
12 marzo 2020

Coronavirus: impegno della filiera farmaceutica per garantire produzione e distribuzione su tutto il territorio nazionale

Tutte le componenti della filiera farmaceutica, in questo momento di assoluta emergenza per il Paese, sono al fianco delle Istituzioni e vicine a chi è stato colpito dal Coronavirus.

Coronavirus: impegno della filiera farmaceutica per garantire produzione e distribuzione su tutto il territorio nazionale
 
12 marzo 2020

«Farmacie a battenti chiusi e mascherine», Federfarma sollecita il governo

In una nuova missiva firmata da Marco Cossolo, Federfarma sollecita il governo ad intervenire a protezione dell’operato dei farmacisti.

«Farmacie a battenti chiusi e mascherine», Federfarma sollecita il governo
 
12 marzo 2020

Coronavirus. Conte annuncia chiusura di quasi tutti negozi, restano aperti alimentari, farmacie e parafarmacie. Industrie e fabbriche aperte ma in sicurezza. Garantiti servizi di pubblica utilità e trasporti. Nessuno stop per filiera alimentare. Domenico

Il presidente del Consiglio annuncia in diretta video le nuove misure che saranno adotatte in tutta Italia fino al prossimo 25 marzo. "Ci vorranno almeno due settimane per avere un primo riscontro degli effetti sulla crescita del contagio e quindi anche se i contagi dovessero continuare aumentare questo non significa che dovremo affrettarci a varare nuove misure". Aperti anche tabaccai ed edicole. Confermati divieti di spostamento tranne che per lavoro, fare la spesa e per necessità. Arcuri, amministratore di Invitalia, si coordinerà con la Protezione civile per accelerare potenziamento dei servizi sanitari.

Coronavirus. Conte annuncia chiusura di quasi tutti negozi, restano aperti alimentari, farmacie e parafarmacie. Industrie e fabbriche aperte ma in sicurezza. Garantiti servizi di pubblica utilità e trasporti. Nessuno stop per filiera alimentare. Domenico
 
12 marzo 2020